PRODOTTI BIO

giovedì 23 novembre 2017

EVERTON - ATALANTA DIRETTA LIVE EUROPA LEAGUE

EVERTON - ATALANTA   23/11/2017
  ORE 21.05 EUROPA LEAGUE  





FORMAZIONI

EVERTON (4-2-3-1): Pickford; Holgate, Keane, Williams, Baines; Besic, Gueye; Lennon, Sigurdsson, Lookman; Calvert-Lewin.



ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Freuler, de Roon, Castagne; Cristante; Gomez, Petagna.



STATISTICHE

 Everton-Atalanta giovedì 23 novembre. Ad un passo dal cielo. L’Atalanta vola a Liverpool con i favori del pronostico ma, soprattutto, con la possibilità di poter conquistare il pass per i sedicesimi con un turno d’anticipo.
I bergamaschi hanno fin qui disputato un girone di Europa League eccellente, con il primo posto in classifica a pari punti con il Lione decisamente contro ogni aspettativa, considerata la forza delle avversarie.
Invece i nerazzurri sono fin qui imbattuti e, dopo il primo match ball sprecato a Cipro, hanno l’occasione di chiudere i conti contro l’Everton. Basterà, infatti, un pareggio per avere la certezza della qualificazione.
Se l’Atalanta è la sorpresa del girone E, palma negativa spetta proprio all’Everton, autore di un girone disastroso, con un punto solo ottenuto e già eliminato.
In campo, a Liverpool, gli opposti in campo: miglior attacco contro il peggiore; difesa meno battuta contro quella più bucata.
L’Everton ha in bacheca una Coppa delle Coppe e vanta tre partecipazioni alla Champions League, tre alla Coppa delle Coppe e nove all’Europa League; l’Atalanta, invece, vanta appena due partecipazioni alla Coppa delle Coppe e tre all’Europa League.
QUI EVERTON – Inglesi con Schneiderlin squalificato; il tecnico ad interim Unsworth potrebbe scegliere di adottare ampio turn over vista l’importanza della gara. In panchina Rooney.
QUI ATALANTA – Spinazzola ancora out, al suo posto Castagne; Caldara è in forse mentre in attacco Gomez e Petagna saranno supportati da Cristante favorito su Ilicic e Kurtic.

PER VEDERE LA PARTITA CLICCA QUA  


 1. LINK EVERTON - ATALANTA DIRETTA STREAMING

2. LINK EVERTON - ATALANTA DIRETTA STREAMING


3. LINK EVERTON - ATALANTA DIRETTA STREAMING

MILAN - AUSTRIA VIENNA DIRETTA LIVE EUROPA LEAGUE

MILAN - AUSTRIA VIENNA   23/11/2017
  ORE 21.05 EUROPA LEAGUE  





FORMAZIONI

Milan (3-5-2): G. Donnarumma; Zapata, Bonucci, Rodriguez; Abate, Kessié, Biglia, Bonaventura, Borini; André Silva, Cutrone. Allenatore: Montella



Austria Vienna (4-2-3-1): Pentz; Gluhakovic, Kadiri, Borkovic, Salamon; Serbest, Holzhauser; Tajouri, Prokop, Pires; Friesenbichler. Allenatore: Thorsten Fink



STATISTICHE

Milan-Austria Vienna giovedì 23 novembre. A San Siro il Milan ospita l’Austria Vienna nella quinta giornata della fase a gironi dell’Europa League.
Siamo nel gruppo D ed ai rossoneri basterà vincere contro gli austriaci per poter staccare il pas per i sedicesimi con un turno d’anticipo. La festa potrebbe arrivare ugualmente se l’AEK, nell’altra gara del gruppo, non dovesse perdere contro il Rijeka attualmente quarto; a quel punto a Montella servirà anche il pareggio.
Insomma, nonostante gli ultimi due pareggi consecutivi contro l’AEK – entrambi per 0-0 – i rossoneri sono abbastanza vicini all’obiettivo, almeno nell’Europa League. E visto che, al momento, in campionato il quarto posto è lontanissimo, la competizione europea può servire per tornare in Champions.
Non va dimenticato, infatti, che la vincitrice della competizione la prossima stagione disputerà la Champions League se non ha già ottenuto il pass in campionato.
Insomma, una bella opportunità per una squadra che continua a mostrare lacune evidenti; l’Austria Vienna capita a puntino per dimenticare anche la sconfitta contro il Napoli nell’ultimo turno di campionato.
Il match d’andata vide i rossoneri calare la manita: 5-1 a Vienna.
Due vittorie e due pareggi per il Milan in questo girone, con otto gol segnati e tre incassati; un successo, un pari e due sconfitte, invece, per l’Austria Vienna con otto reti all’attivo ed 11 al passivo.
QUI MILAN – Suso è indisponibile quindi André Silva e Cutrone i due attaccanti nel 3-5-2 rossonero che vedrà Rodriguez terzo di difesa accanto a Zapata e Bonucci. In mediana Kessié, Biglia e Bonaventura con Abate e Borini esterni. 
QUI AUSTRIA VIENNA – Friesenbichler l’unica punta del 4-2-3-1 con Tajouri, Prokop e Pires trequartisti; in mediana, invece, Serbest ed Holzhauser.
PER VEDERE LA PARTITA CLICCA QUA 


 1. LINK MILAN - AUSTRIA VIENNA DIRETTA STREAMING


2. LINK MILAN - AUSTRIA VIENNA DIRETTA STREAMING

3. LINK MILAN - AUSTRIA VIENNA DIRETTA STREAMING

LAZIO - VITESSE DIRETTA LIVE EUROPA LEAGUE

LAZIO - VITESSE   23/11/2017
  ORE 19 EUROPA LEAGUE  





FORMAZIONI


 LAZIO (3-5-2) Strakosha; de Vrij, Felipe, Patric; Marusic, Lucas, Luis Alberto, Murgia, Lukaku; Caicedo, Nani

VITESSE: (4-3-3) Pasveer; Dabo, Miazga, Dashia, Faye; Serero, Bruns, Mount; Rashica, Linssen, Matavz



STATISTICHE


Lazio-Vitesse giovedì 23 novembre: biancocelesti favoriti contro la Cenerentola del girone
Per dimenticare e cancellare la cocente sconfitta nel derby la squadra biancoceleste si rituffa nell’Europa League habitat prediletto per l’aquila laziale. La formazione capitolina, autentica corazzata del suo girone, è anche l’unica delle 44 squadre ad essere a punteggio pieno dopo quattro partite.
Per il tecnico Simone Inzaghi la sfida contro il modesto Vitesse (fanalino di coda del girone) può essere l’occasione giusta per dare spazio a chi fino a questo momento ha giocato meno: fuori quindi dall’undici titolare Immobile Milinkovic e Lulic e spazio a Caicedo Murgia e Lukaku.
Maglia da titolare anche per l’ex Manchester United Luis Nani subentrato nel secondo tempo del derby perso dai laziali contro la Roma. Il Vitesse non ha ormai niente da chiedere al proprio girone essendo ultimo con un solo punto in classifica.
Giocherà per l’onore e nulla di più e sembra assai improbabile un affermazione della squadra ospite. La gara d’andata disputatasi il 14 settembre ha visto prevalere la Lazio non senza soffrire. 3-2 il punteggio in favore dei capitolini con rete decisiva di Alessandro Murgia a 15 minuti dal triplice fischio finale. E’ una Lazio che in Europa come in campionato non vuole fermarsi e volare sempre più in alto verso nuovi successi.

PER VEDERE LA PARTITA CLICCA QUA

 1. LINK LAZIO - VITESSE  DIRETTA STREAMING

2. LINK LAZIO - VITESSE  DIRETTA STREAMING


3. LINK LAZIO - VITESSE  DIRETTA STREAMING
 

mercoledì 22 novembre 2017

ATLETICO MADRID - ROMA DIRETTA LIVE CHAMPIONS LEAGUE

ATLETICO MADRID - ROMA  22/11/2017
  ORE 20.45 CHAMPIONS LEAGUE  





FORMAZIONI

 Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Juanfran, Savic, Godin, Filipe Luis; Koke, Thomas, Saul, Ferreira Carrasco; Griezmann, Correa.



Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; El Shaarawy, Dzeko, Perotti.



STATISTICHE

 Atletico Madrid-Roma 22 novembre: si gioca per la quinta giornata del gruppo C di Champions League. I giallorossi possono giocare per 2 risultati su 3.
E la Roma, effettivamente, è davvero vicina al traguardo della qualificazione agli ottavi di finale di Champions. La squadra di Di Francesco, che sta giocando davvero bene nell’ultimo periodo, è prima nella classifica del girone con 8 punti all’attivo, ben 5 in più della squadra di Simeone. I giallorossi, tra l’altro, vengono dal successo dell’Olimpico contro il Chelsea di Antonio Conte per 3-0, e sanno bene che, con un pareggio in Spagna, sarebbero già qualificati. La Roma potrebbe addirittura perdere, per poi giocarsi tutto contro il debole Qarabag in casa. 1 vittoria contro gli azeri nell’ultima giornata, basterebbe infatti per vedere i capitolini agli ottavi. Roma in gran forma anche in campionato, visto che ha ottenuto 15 punti nelle ultime 5 giornate.
La squadra di Simeone, invece, è ormai vicina ad una clamorosa eliminazione alla fase a gironi di Champions, evento certamente inusuale per un club che è stato protagonista negli ultimi anni. L’Atletico, infatti, è terzo a 3 punti, e, fin qui, non ha mai vinto nel gruppo B. I “Colchoneros”, ancora imbattuti in campionato, ma lontani già 10 punti dal Barcellona capolista, devono necessariamente vincere per mantenere aperto il discorso qualificazione. Il Chelsea, secondo nel gruppo C, ha infatti 4 punti di vantaggio sui madrileni, ed affronta il non irresistibile Qarabag.  L’impressione, dunque, è che solo un miracolo possa salvare i madrileni dall’eliminazione. Simeone, comunque, proverà a recuperare giocatori importanti come Ferreira Carrasco, Koke e Filipe Luis, mentre Di Francesco non ha problemi di formazione. I giallorossi, infatti, dovranno rinunciare solo ai lungodegenti Karsdorp e Schick.

PER VEDERE LA PARTITA CLICCA QUA 

 1. LINK ATLETICO MADRID - ROMA DIRETTA STREAMING


2. LINK ATLETICO MADRID - ROMA DIRETTA STREAMING

3. LINK ATLETICO MADRID - ROMA DIRETTA STREAMING

JUVENTUS - BARCELLONA DIRETTA LIVE CHAMPIONS LEAGUE

JUVENTUS - BARCELLONA   22/11/2017
  ORE 20.45 CHAMPIONS LEAGUE  



FORMAZIONI
 JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; De Sciglio, Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.



BARCELLONA (4-4-2): Ter Stegen; Semedo, Vermaelen, Umtiti, Jordi Alba; Paco Alcacer, Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez.




STATISTICHE
 Juventus-Barcellona mercoledì 22 novembre. Vincere e riscattere, in un solo colpo, la sconfitta del match d’andata e quella in campionato nell’ultimo turno giocato ieri. E’ questa la missione della Juventus nella quinta giornata della fase a giron della Champions League.
All’Allianz Stadium, infatti, arriva il Barcellona di Valverde e – soprattutto – Leo Messi, a qualche mese di distanza dalla sonora lezione impartita loro dai bianconeri e da uno scatenato Dybala.
Allora si giocavano i quarti di Champions League e fu una sfida decisamente più importante nella cavalcata che portò, poi, alla finale; stavolta anche un ko sarebbe indolore, perché si è nella fase a gironi ed alla Juve basterà poi vincere l’ultima con l’Olympiakos per staccare il pass.
Il Barcellona arriva a Torino per chiudere il discorso qualificazione e quello relativo al primo posto; i bianconeri proveranno a tirare fuori una reazone d’orgoglio.
Tre vittorie ed un pareggio, fin qui, per i catalani con sette gol segnati ed uno incassati; due successi, un pari ed un ko, invece, per i bianconeri con cinque reti all’attivo e cinque al passivo. Il match d’andata si è chiuso sul 3-0 per i catalani.
QUI JUVENTUS – Rispetto all’infausta trasferta di Genova, cambiano tre elementi in difesa: tornano De Sciglio, Barzagli ed Alex Sandro, mentre in attacco si rivede Dybala dal 1′.
QUI BARCELLONA – Catalani con 4-4-2 con Messi e Suarez in attacco, con Paco Alcacer decentrato sulla corsia destra. In difesa si dovrebbe vedere Vermaelen accanto ad Umtiti.

PER VEDERE LA PARTITA CLICCA QUA 


 1. LINK JUVENTUS - BARCELLONA DIRETTA STREAMING


2. LINK JUVENTUS - BARCELLONA DIRETTA STREAMING


3. LINK JUVENTUS - BARCELLONA DIRETTA STREAMING

martedì 21 novembre 2017

NAPOLI - SHAKHTAR DONETSK DIRETTA LIVE CHAMPIONS LEAGUE

NAPOLI - SHAKHTAR DONETSK   21/11/2017
  ORE 20.45 CHAMPIONS LEAGUE  


FORMAZIONI
 Napoli:  Reina, Albiol, Hysaj, Chiriches, Maggio, Zielinski, Hamsik, Diawara, Insigne, Mertens, Callejon.



Shakhtar:  Pyatov, Srna, Krivstov, Ordets, Ismaily, Fred, Stepanenko, Marlos, Kovalenko, Bernard, Ferreyra.




STATISTICHE

Napoli-Shakhtar 21 novembre. Il Napoli deve solo vincere se vuole passare il turno, le sconfitte contro lo Shakhtar all’andata e le due contro il City non lasciano alla formazione di Sarri nessuna altra via d’uscita.
I partenopei vivono un ottimo momento di forma ma non possono permettersi errori e devono assolutamente conquistare i tre punti per poter continuare a sperare nell’accesso agli ottavi della massima competizione europea per club.
Lo Shakhtar viene dalla brutta sconfitta nel suo campionato per 2-1 contro lo Oleksandriya.
Dopo il successo contro il Milan di Montella per 2-1 nella tredicesima giornata di Serie A 2017-18 qualche cambio- Non ci sarà sicuramente Koulibaly, squalificato: al suo posto è pronto Chiriches ad affiancare Albiol al centro della difesa. Zielinski e Diawara dovrebbero vincere il ballottaggio su Allan e Jorginho mentre è confermato il solito tridente offensivo. Dubbio in difesa dove si giocano una maglia da titolare Mario Rui e Maggio.
Sarri è carico, ecco le sue parole al termine della gara con il Milan.


PER VEDERE LA PARTITA CLICCA QUA 



lunedì 20 novembre 2017

JUVE CHE MI COMBINI!

ANTEPRIMA 14 GIORNATA SERIE A 


La 13 giornata di Serie A ha portato qualche sorpresa inaspettata. La Vecchia Signora si inchina al Marassi di Genova perdendo contro i blucerchiati per 3-2 dopo essere stata sotto di 3-0. Una brutta batosta per gli uomini di Allegri visto gli impegni da cordiopalma che le toccherà affrontare. Le reti sono state di Zapata, Torreira e Ferrari per la Samp mentre nel finale Higuain e Dybala per i bianconeri. Il primo posto si allontana adesso a -4 oltre al sorpasso dei nerazzurri di Spalletti a +2 e la Roma a -1 ma con una partita in meno. Si aspettano tempi duri per i bianconeri visti l'impegni con Barcellona, Napoli ed Inter. Il Napoli consolida il primo posto sbarazzandosi dei rossoneri di Montella per 2-1 con reti di Insigne e Zielinski per i partenopei e Romagnoli nel finale per i rossoneri. L'Inter come detto si riprende il secondo posto adesso a -2 dalla vetta, grazie alla vittoria nel posticipo contro gli altri nerazzurri di Bergamo per 2-0 con doppietta di Icardi. La Roma grazie al nuovo mister Di Francesco dove nessuno avrebbe scommesso una lira, continua a stupire e si porta a casa anche il derby contro gli odiati laziali per 2-1 con reti di Perotti e Nainggolan per i giallorossi e Immobile per i biancocelesti. Ancora buoi per il Benevento che dopo la bella prestazione contro la Vecchia Signora perde per l'ennesima volta anche contro il Sassuolo in casa per 2-1 con reti di Armenteros per i campani e Matri e Peluso per i neroverdi. Quando arriveranno i primi punti? 
La 14 giornata non regala partite di cartello ma sempre interessanti da seguire e occhi puntati su Genoa - Roma, Udinese - Napoli, Cagliari - Inter, Lazio - Fiorentina e Milan - Torino  mentre per i bianconeri non dovrebbero esserci grossi problemi a portare a casa i tre punti contro il Crotone.